Nove vie di Budapest da non perdere

La capitale ungherese è ricca di sorprese e di bellissime vie, alcune più famose e turistiche, altre più nascoste e meno frequentate. Nei tour di Sfumature di Budapest andiamo a scoprire questi posti, la loro storia e i loro angoli più nascosti.

  1. Váci utca. La via più in della capitale. Completamente pedonale si trova nel centro di Pest, parallela al Danubio collega due bellissime piazze, Vörösmarty tér e Fővám tér, dove si possono trovare la pasticceria Gerbaud e il Grande Mercato coperto. Ricca di bellissimi edifici eclettici e tantissimi negozi e ristoranti. E’ la via dei turisti, non sorprendetevi se sentite parlare poco ungherese. Ottima per fare lunga passeggiate, sconsigliati invece gli acqusiti visto che i prezzi sono molto più cari rispetto a quelli che trovare nelle altre zone.

    img.7795.2.inbox1200x630
    Váci utca
  2. Il lungo Danubio (Belgrád raktpart-Duna korzó). La romantica passeggiata lungo il “fiume blu” tra il ponte delle Catene e il ponte bianco (ponte Elisabetta) è una di quelle cose che non bisogna perdere. Bellissima quando tramonta il sole e si accendono le luci dei palazzi. Il lungo Danubio è una meta del nostro Free tour!
  3. Andrassy út. Il grande viale patrimonio dell’UNESCO. Collega il centro città alla piazza degli Eroi. I grandi palazzi delle famiglie aristocratiche ungheresi in stile neo-rinascimentali nascondono storie da non perdere. Qui potete trovare l’Opera e la Casa del Terrore, ma anche la bella piazzetta Liszt Ferenc ricca di ristorantini. Se Budapest viene chiamata la “Parigi dell’est” lo si deve proprio a questo bellissimo viale. Con il tour di Pest andiamo proprio a scoprire questo bellissimo viale.

    080514248
    Il viale Andrassy durante la maratona
  4. Király utca. Cuore pulsante del quartiere ebraico. Una lunga e stretta via parallela al grande viale Andrassy. La via Király è sempre viva grazie ai tantissimi negozietti, pub e ristorantini che la addobbano. Ma tra la movida si possono trovare le memorie della drammatica storia della comunità ebraica a Budapest.
  5. Kazinczy utca. Questa piccola via del quartiere ebraico è diventata il centro della movida di Budapest. Tutto è partito dal Szimpla Kert, primo pub in rovina della città. Punto di partenza della scena underground ungherese. Ma non c’è solo il Szimpa, man mano sono nati tantissimi locali, come il nascosto l’Ellátókert, il giardino “street food” dove provare le prelibatezze gastronomiche. Ma non solo su questa via si trova anche la Sinagoga ortodossa in Stile liberty, e la piccola casa dove sono state inventate le “carte da gioco ungheresi”.

    IMG_1816-800x518
    I murales in via Kazinczy
  6. Pál utca. Per chi ha letto il romanzo “I ragazzi della via Pal” è una meta da non mancare. Proprio qui e nelle vie adiacenti i giovani ungheresi protagonisti del romanzo si sfidavano per difendere la loro “caserma”. Via Pál è una corta via dell’VIII distretto, con palazzi residenziali e senza negozi. Qui però si trova una targa in italiano messa dalla RAI proprio in ricordo del romano e ancora nelle vie adiacenti la statua dei ragazzi, il luogo di nascita dello scrittore Ferenc Molnár e molte altre curiosità.
  7. Ráday utca. Da Kálvin tér questa bellissima via semi-pedonale nasconde bellissimi edifici e tanti ristoranti. Il luogo ideale la sera per fare una passeggiata e fermarsi a mangiare all’aperto.

    Raday utca
    I ristoranti di Ráday utca
  8. Gül Baba utca. Una via particolare che vi immergerà in una Budapest molto diversa da quella descritta nelle righe precedenti. Una stretta e ripida via acciotolata che porta al giardino islamico dove è sepolto Gül Baba pascia di Budapest ai tempi della dominazione ottomana.

    14336971_153ba167fb804e6badf382fb63e1d049_xl
    Gül Baba utca
  9. Fő utca. La via principale di Buda, una via storica costruita già in epoca romana. Numerose le attrazioni che potete incontrare: i bagni turchi Király riconoscibili dalla tradizionale cupola ottomana, la bella piazza Batthyány da cui si gode una splendida vista sul parlamento, la casa di Casanova e l’adiacente mercato coperto, per poi arrivare fino alla piazzetta Corvin dove è situata anche la Chiesa dei Cappuccini.

 

Foto: welovebudapest, tripadvisor, indafoto, urbanplazer

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *