Fiorini ungheresi

Informazioni utili per non farsi fregare

Budapest è una città molto sicura, ma come in tutte le grandi capitali bisogna stare un po’ attenti perché la fregatura, specie per i turisti, è sempre dietro l’angolo. Ecco alcune informazioni utili.

1- CAMBIARE SOLDI: in Ungheria la moneta è il fiorino. Una volta arrivati bisogna cambiare gli euro. Pagare in euro è spesso possibile ma sappiate che il cambio effettuato sarà molto inferiore. Quindi cercate di pagare sempre in fiorini! Il tasso di cambio è variabile, qui trovate il cambio ufficiale: cambio di oggi. Sconsiglio di cambiare soldi in aeroporto, nelle stazioni dei treni e nelle vie più centrali (Vaci utca ad esempio). Evitate assolutamente di cambiare i soldi per strada, in nero, la truffa è dietro l’angolo.

La miglior cosa è farsi una passeggiata e controllare il tasso di cambio effettuato da 3-4 cambiavalute per poi decidere in quale andare. Nei cambiavalute è prevista spesso una commissione chiedete sempre a quanto ammonta prima di cambiare. Se siete in aeroporto e dovete proprio cambiare soldi cambiate una piccola somma, giusto l’indispensabile, in città poi troverete un cambio migliore! Qui una lista sempre aggiornata dei cambi in città. [Uno dei migliori cambi di Budapest è il Gold Change che si trova di fronte all’Hotel Boscolo vicino alla fermata metro rossa Blaha Lujza. Indirizzo: Erzsébet krt. 8]

Bancomat da evitare!
Bancomat da evitare!

2- RITIRARE SOLDI DAI BANCOMAT: per ritirare direttamente fiorini ovviamente è possibile utilizzare i bancomat. Evitate però i bancomat con la scritta EUR-HUF (vedi foto). Sono bancomat che trovate un po’ ovunque nelle strade di maggior passaggio, all’interno di pub o ristoranti. Sono bancomat con un tasso di cambio estremamente basso. Se dovete prelevare con la carta usate i bancomat presenti nelle banche ufficiali! Il tasso di cambio che verrà effettuato e la commissione che vi effettueranno dipenderà dalla banca. Magari prima di partire per Budapest chiedete alla vostra banca quali sono le tariffe di utilizzo della carta in un paese senza l’euro.

3- I TAXI: a Budapest troverete moltissimi taxi, e qui il loro prezzo è inferiore a quello dei taxi italiani. Bisogna però stare attenti perché un numero elevato di tassisti spesso cerca di approfittarsi delle persone, specie se straniere e non conoscono la città. Quindi c’è il rischio che vi facciano una tariffa maggiore oppure che facciano tragitti in auto lunghissimi prima di arrivare a destinazione.

A Budapest vi è una tariffa unica dei taxi. Tutti i taxi (tranne quelli di lusso) hanno questa tariffa: 300 fiorini per km, più 700 fiorini di base e 75 fiorini per minuto di attesa. Dall’aeroporto al centro la tariffa è circa di 30 euro. Per quanto riguarda il tragitto sarà probabilmente difficile da controllare per voi visto che non conoscete la città. Vi consigliamo di scaricare l’applicazione per telefoni TAXIFY che vi permette di chiamare un taxi e di controllare percorso e tariffa prima di salirci a bordo.

4- I MEZZI PUBBLICI: a Budapest i mezzi pubblici funzionano molto bene ed hanno prezzi bassi con diverse possibilità di abbonamenti. Per chi prende i mezzi pubblici utilizzando i biglietti di tratta singola invece invitiamo a fare attenzione perché i biglietti sono a tratta, non a ora. Quindi ogni tratta il biglietto deve essere convalidato all’entrata del mezzo, se si cambia mezzo di trasporto va utilizzato un altro biglietto! Tenete sempre i biglietti fino a fine corsa perché il controllo può capitare in qualsiasi momento.

I controllori sono particolarmente pignoli con gli stranieri che non hanno biglietti regolamentari. Ultimamente è molto facile trovare vicino alle casse automatiche di biglietti persone che vendono biglietti. Non comprate i biglietti dei mezzi pubblici da queste persone. Spesso vendono biglietti contraffatti e nel caso ci sia un controllo dovrete comunque pagare la multa. Comprate i biglietti dei mezzi pubblici o nelle casse autorizzate o dalle nostre guide!

5- CONTROLLORI MEZZI PUBBLICI: i controlli sui mezzi pubblici possono svolgersi in qualsiasi momento all’interno dei mezzi o nelle stazioni metro. I controllori, purtroppo, hanno la fama di essere abbastanza sgarbati e di non parlare spesso l’inglese. I controllori sono in borghese e posseggono solamente una fascia di colore (vedi foto). Sono molto pignoli e nel caso viaggiate con un biglietto irregolare vi faranno una multa di 8.000 fiorini che dovrete pagare immediatamente in contanti. Nel caso vi rifiutaste sono tenuti a chiamare la polizia. Dopo aver fatto la multa vi forniranno una ricevuta. Vi consigliamo vivamente di prestare attenzione al corretto acquisto dei biglietti/abbonamenti.

Controllore
A destra un controllore dell’Azienda Trasporti di Budapest

6- VACI UTCA: è una bellissima via pedonale nel centro città, tutta piena di negozi e ristoranti. E’ anche la via più cara d’Ungheria, quindi sappiate che le cose che acquistate (souvenir, mangiare o cambiare soldi) non sono molto convenienti. Spesso basta andare 300 metri più in là e il prezzo scende anche di molto. La sera in questa via sono di moda le truffe ai turisti. La più tipica avviene quando delle ragazze fermano il turista chiedendo informazioni e dopo alcune chiacchiere lo invitano ad andare a bere qualcosa in una birreria. Il pub in cui ti portano ha prezzi altissimi, pagherete un conto molto salato e se non pagate arriveranno i buttafuori.

7- IN AUTO: per chi viene a Budapest in auto ci sono due accortezze da tener presente. La prima è che se si usa l’autostrada ungherese bisogna acquistare l’abbonamento prima di entrarci! Lo potete fare su internet oppure nei benzinai abilitati. Per chi viene dall’Italia percorrendo l’autostrada slovena prima di attraversare il confine nell’autogrill di Pince, ancora in Slovenia, potete acquistare l’abbonamento (matrica in ungherese).

Una volta arrivati a Budapest gran parte dei parcheggi della città è a pagamento nei giorni feriali. Acquistate quindi il ticket di parcheggio perché i controlli sono numerosi e spesso vengono utilizzate le ganasce per bloccare le auto. Solitamente sabato e domenica non si paga il parcheggio pubblico, però in Ungheria esistono dei sabato considerati lavorativi. Solitamente sono i sabato che seguono un ponte o delle festività. Informatevi oppure controllate sulle colonne che emettono i ticket parcheggio se siano presenti informazioni di questo tipo. Attenzione alle modalità di parcheggio, “i vigili” ungheresi sono particolarmente ligi al dovere, parcheggiare a meno di 5 metri dalle strisce pedonali o in prossimità di un incrocio può voler dire il ritiro della macchina con il carro-attrezzi.

8- SICUREZZA: Budapest in generale è una città molto sicura, mediamente molto più sicura di molte città italiane e europee di questa grandezza. Non è pericoloso girare da soli la notte in nessuna zona del centro. Tuttavia come in tutte le grandi città bisogna prestare un minimo di attenzione nei luoghi affollati per evitare possibili furti. Consigliamo anche di controllare gli avvisi presenti sul sito Viaggiare sicuri.

9- BIGLIETTI PER IL PARLAMENTO: il costo ufficiale dell’ingresso al Parlamento ungherese è di 2.200 HUF (7 euro circa) per adulti e 1.100 HUF (4 euro circa) per minori di 24 anni. Il sito ufficiale è questo: www.jegymester.hu. Ci segnalano l’esistenza di un sito confondibile con quello ufficiale che vende i biglietti al prezzo doppio. Fate attenzione.

 

Seguite la nostra pagina facebook e visitate www.sfumaturedibudapest.com per avere più informazioni e organizzare il vostro viaggio!

Per trovare informazioni sempre aggiornate sull’Ungheria guardate il sito Ungheria News!

 

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *